Produci meno rifiuti e, soprattutto, aumenti la qualità della raccolta differenziata? Molto bene. Contribusci a un corretto riciclo e pagherai meno di Tari. Si tratta di una buona idea raccontata da Repubblica: l’amministrazione comunale di Milano potrebbe lanciare nel 2017 insieme ad altre novità per i rifiuti. L’obiettivo è aumentare le performance della raccolta differenziata e “promuovere il concetto di bene comune”.

Siamo certi che un circolo virtuoso sia la migliore risposta per il problema dei rifiuti: i cittadini, le attività commerciali e le aziende fanno fronte comune e per il resto ci sono servizi come i nostri. In più, un criterio di incentivi per i più meritevoli sarebbe davvero interessante.

Oggi la tassa dei rifiuti si paga in base alla grandezza della casa e al numero delle persone che ci abitano. La giunta Sala punta a cambiare questo meccanismo. Le legge difatti consente di pagare la tassa in base alla quantità di rifiuti prodotti dal singolo e dal condominio, oltre che legarla alla qualità della raccolta effettuata. Così si sta studiando la formula per far risparmiare chi produce poco e bene e, viceversa, sanzionare e applicare aliquote più alte a chi sporca di più e conferisce i rifiuti in modo scorretto.

Leggi l’articolo sul sito di Repubblica Milano

G-T6Q5M92WEF