Un team di chimici guidato da Arjan Kleij, leader del gruppo dell’Institut Català d’Investigació Química (ICIQ) e professore di ICREA, ha sviluppato un metodo per produrre policarbonati da limonene e CO2.

I chimici sono partiti da questo frutto per realizzare un policarbonato ecologico privo di bisfenolo usando, più precisamente, il limonene, l’idrocarburo aromatico responsabile del profumo che sprigionano gli agrumi.
 
Anche se il BPA è stato ripetutamente classificato come una sostanza chimica sicura da parte delle agenzie americane ed europee, alcuni studi indicano che si tratta di un possibile disgregatore endocrino, neurotossico e cancerogeno. I suoi effetti sulla nostra salute sono legati alla comparsa di obesità, cancro, difetti alla nascita, infertilità maschile, endometriosi e altro. Alcuni paesi come la Francia, la Danimarca e la Turchia hanno vietato l’uso di BPA nella produzione di bottiglie per bambini.
 
Gli studiosi hanno fatto reagire l’ossido di limonene, che può essere isolato non solo dai limoni ma anche dalle arance, con l’anidride carbonica per ottenere un composto cosiddetto “PLDC”, ossia carbonato di polilimonene. Secondo Kleij grazie al nuovo policarbonato ecologico il bisfenolo A potrà essere sostituito gradualmente dall’industria.

Leggi la notizia su GreenMe

G-T6Q5M92WEF