Queste notizie ci piacciono tantissimo, interessantissimo l’argomento, approfondiscilo:

… Composta da carta e un mix materiali di origine vegetale. L’inventore assicura peraltro che proprio per la sua particolare composizione può essere ingerita senza conseguenze dalle creature marine. Questo tipo di bottiglia potrebbe essere un’efficace soluzione per ridurre l’inquinamento di mari e oceani. L’ideatore è James Longcroft, un ragazzo di soli 27 anni che va giustamente fiero del fatto che nella produzione di questa bottiglia non vengono usati combustibili fossili. Longcroft si è laureato in chimica alla Durham University e ha iniziato a lavorare a questo progetto due anni fa. Partito con l’idea di fare qualcosa per raccogliere fondi per finanziare un’associazione no profit che si occupa di fornire acqua potabile alle zone disagiate dell’Africa, ha con il tempo messo a punto questa nuova tipologia di bottiglia plastic-free e biodegradabile….

Approfondisci su Quifinanza