Trasformare il vetro in mobili e mattoni sembra un sogno, eh. A Zanzibar succede sul serio.
 

Il progetto Bottle-Up mostra come la spazzatura di Zanzibar può essere trasformata in mobili, accessori e materiali da costruzione, piuttosto che andare in discarica. Il vetro scartato viene trasformato dallo studio olandese Super Local, in collaborazione con gli artigiani di Zanzibar. Il progetto, presentato alla Dutch Design Week, è composto da una serie di coloratissimi articoli per il terrazzo della casa, tra cui una panca, un tavolo, un piatto e un vaso. Ma non si sono fermati qui: adesso hanno progettato una bottiglia/mattone che rivoluzionerà il modo di costruire le case di Zanzibar.
 
Zanzibar il turismo
Zanzibar è un’isola tropicale al largo della costa dell’Africa orientale, dove sempre più visitatori da tutto il mondo vanno a godersi le spiagge paradisiache, le immersioni e bicchieri di vino sulla spiaggia. I turisti sono diventati una significativa fonte di reddito a Zanzibar negli ultimi anni, ma stanno anche causando un aumento della quantità di rifiuti (di vetro). Zanzibar non è ancora sufficientemente attrezzata per riciclare tutti questi rifiuti di vetro, che viene scartato e finisce nella splendida natura circostante. Ma cosa succede se il turismo che causa questo spreco di vetro riesce a contribuire al suo recupero?
 
L’idea
Hubert e Elisabeth van Doorne hanno visitato Zanzibar per la prima volta circa quindici anni fa e se ne sono innamorati. Sono tornati anno dopo anno e hanno deciso: non si può restare indifferenti da tutti i rifiuti di vetro e lamentarsi che le cose dovrebbero essere diverse, senza fare nulla. E così è nata la loro fondazione, che si concentra sul riciclo dei rifiuti di vetro sull’isola, insieme alla popolazione locale.
 
Come è iniziato il progetto
Sei giovani designer olandesi, in collaborazione con la Dutch Design Week, si sono recati a Zanzibar nel settembre 2015. Insieme agli artigiani locali hanno progettato una serie iniziale di splendidi prodotti realizzati con bottiglie vuote. I prodotti sono in vendita sull’isola, e quindi il cerchio è completo: i rifiuti causati dal turismo si trasformano in oggetti belli, prodotti localmente e riciclati, che ora sono molto attraenti sia per i turisti sia per altri clienti che vivono molto lontano da Zanzibar.
 
Trending Terrazzo
La produzione dei prodotti di vetro imbottiti crea un flusso residuo di frammenti di vetro. Questi possono essere incorporati nelle bottiglie/mattoni, ma Bottle-up ha anche sviluppato una seconda collezione di bellissimi prodotti in cui il residuo può essere utilizzato: Trending Terrazzo. Questo è un materiale decorativo fatto di cemento bianco e vetro, in cui si possono chiaramente vedere le belle proprietà del vetro. Piccoli frammenti di vetro sono visibili nel cemento – luccicante e in vari colori diversi. Trending Terrazzo è ideale per la produzione di mobili sostenibili, realizzati a Zanzibar. I primi prodotti di prova sono stati realizzati usando insoliti “stampi” trovati sull’isola. Così uno wok di metallo diventa la base per un tavolino e un pezzo di ferro ondulato serve da stampo per una gamba del tavolo. La maggior parte dei mobili per alberghi a Zanzibar è attualmente importata da Paesi stranieri ed è spesso fatta di legno, il che significa che può essere gravemente influenzata dalle condizioni meteorologiche sull’isola. I mobili in Trending Terrazzo sono molto più sostenibili, belli da guardare e generano consapevolezza.
 
Il prossimo passo
La linea di prodotti era solo il primo passo verso il raggiungimento di un’isola più pulita. Il reddito, generato dalla vendita dei primi prodotti in vetro riciclato, viene investito direttamente nello sviluppo di soluzioni più costruttive per la lavorazione del vetro. Dopo tutto, la produzione di questi primi prodotti utilizza solo una parte relativamente piccola della quantità totale di rifiuti di vetro prodotta a Zanzibar. L’obiettivo è quello di riciclare grandi quantità di rifiuti di vetro in materiali che possono essere utilizzati sull’isola stessa.
 
La bottiglia mattone
Dopo la promettente fase di test del primo anno, il progetto si sta concentrando sulla realizzazione di una bottiglia/mattone, che potrebbe essere un’ottima soluzione. L’ingegnere del design industriale Lou Van Reemst, della Delft University of Technology, ha condotto una ricerca sulla bottiglia in relazione alla sua composizione come materiale utile a diventare un mattone. Questa ricerca era necessaria per trovare le migliori proprietà di resistenza, limitazioni, possibilità e la fattibilità per l’isola. Alla fine del di settembre 2017, dopo sei mesi e con grande entusiasmo ha terminato la sua tesi di Master per la progettazione integrata dei prodotti. I risultati di Lou hanno mostrato risultati positivi sulla creazione di un blocco ASR che trattiene il 35% di sostituzione aggregata con rottame di vetro di scarto. La bottiglia/mattone è ora due volte più forte e competitiva rispetto all’alternativa locale di Zanzibar. Per i prodotti precedenti, il rottame di vetro era stato realizzato a mano. Dal momento che questa tecnica manuale non è adatta per la produzione di un numero considerevole di bottiglie/mattone, è stata progettata una fresatrice a martelli Farasi. Questo è il più grande passo compiuto finora per dare una nuova prospettiva di recupero di grandi quantità di vetro di scarto.

 
Approfondisci la notizia su Pure Green
 
Naviga il sito di Bottle-up

G-T6Q5M92WEF